fbpx

Caricamento Pagina: Tone of Voice, quali sono le tipologie tra cui scegliere. - Il blog della Insight Agency - Insight Agency - creative solutions

4 minuti di lettura (739 parole)

Tone of Voice, quali sono le tipologie tra cui scegliere.

tono di voce 1024x538

Ritorno sul Tone of Voice aziendale, un di cui ho già parlato in questo articolo. Ne parlo ancora, perché sia che tu voglia di occuparti da solo della tua comunicazione online sia che decida di affidare i testi del tuo sito a un professionista, il tono di voce è un capitolo che ti toccherà affrontare ed è meglio essere preparati il più possibile.
Quindi, eccomi qui oggi a raccontarti delle tipologie di tono di voce che esistono con le loro diverse caratteristiche.
Bando alle chiacchiere ed incominciamo.

Due famiglie di tono di voce: formale e informale

Come ho già avuto modo di dirti, il tono di voce è il tuo come, il modo con cui decidi di raccontarti online ed è quello che aiuta a farti scegliere dai tuoi potenziali clienti (insieme a un’offerta che spacca, ovvio).
Esistono tante declinazioni di tono di voce, che si modulano in contesti differenti e che possiamo racchiudere in due grandi famiglie:

  • tono di voce formale
  • tono di voce informale

Di quale famiglia è meglio fare parte? Dipende come sempre da obiettivi, pubblico, settore.

Il tono di voce formale è un tono di voce freddo, che mette distanza fra chi scrive e chi legge. Trasmette autorevolezza, solennità e non è un caso che venga usato in ambiti istituzionali. Un tono di voce formale infonde fiducia, ma se farcito di termini aziendalesi e burocratesi rischia di diventare soporifero.

Ad esempio: L’Azienda vanta competenze di prestigio, tali da rispondere efficacemente ai bisogni del tessuto imprenditoriale.
Senti lo sbadiglio che sta arrivando?


Viceversa, il tono di voce informale è accogliente, caloroso, accorcia le distanze tra marchio e pubblico. Anche in questa situazione bisogna però fare attenzione a dosare bene le parole, usare frasi ultra colloquiali potrebbe farti apparire poco professionale.

Se hai una forte identità, un pubblico ben definito e un tono di voce super riconoscibile, allora puoi permetterti di avere un approccio colloquiale, anche usando lo slang.
Se, invece, non hai una personalità travolgente, se comunichi per attirare l’attenzione ma senza avere dietro un messaggio chiaro, corri il pericolo di non essere credibile.

Formale e informale, le mille sfumature

Se al mondo esistessero solo queste due tipologie di tono di voce sarebbe più semplice creare contenuti, ma anche più monotono.
Per fortuna, abbiamo a disposizione più toni di voce, che derivano sì dal formale e informale, ma con sfumature e declinazioni differenti.

Burocratico.

Formalissimo. Spinoso. Difficile da comprendere perché pieno di tecnicismi e strutture intricate. Sconsiglio di usarlo, qualunque sia il contesto in cui ci si ritrova, proprio per evitare di complicare la vita al lettore. Un esempio: Ai sensi dell’art. 32 del D.Lgs. 50/2016 («Codice»), una volta divenuta efficace l’aggiudicazione, la stazione appaltante procede alla stipula del contratto nel termine di 60 giorni o nel diverso termine previsto dalla lex specialis. L’avvenuta aggiudicazione non esclude, tuttavia, l’intervento successivo in autotutela della Stazione appaltante, con la revoca dell’aggiudicazione. Chi ha capito il messaggio al primo colpo, alzi la mano.

Istituzionale.

Meno freddo del burocratico, formale, ma comunque lontano dal linguaggio comune. È ampolloso, fatto di periodi lunghi, usa l’impersonale e chi legge non viene chiamato in causa. Si informa la gentile clientela... lo studente potrà inviare la documentazione, sono classici esempi di tono di voce che va in questa direzione. Sconsiglio anche questo.

Professionale.

È un tono di voce neutro che diventa distaccato o accogliente a seconda delle parole scelte. Di solito chi scrive preferisce la terza persona e non cita mai il destinatario in modo diretto, come fa Westwing nella sua about page: Westwing offre le più esclusive soluzioni d’arredo per rendere ogni giorno più belle le case degli italiani.

Colloquiale.

È una modalità di comunicazione informale, che accoglie, mette a proprio agio, ama le forme semplici e la comprensione facile. Preferisce il tu e si rivolge direttamente al lettore. Benvenuto sull’outlet dei tuoi brand preferiti, perché non è soltanto quesitone di cosa indossi, ma come ti senti quando lo indossi è quello che scrive Privalia nella sua home page: chiaro, pulito, piacevole.

Ironico.

Giocoso, allegro, che lascia il segno, ma non è alla portata di tutti (se non sei un tipo ironico di natura, lascia perdere).

Bene, siamo arrivati alla fine di questa panoramica sui diversi toni di voce. Se vuoi approfondire in autonomia, ti consiglio di leggere il libro di Valentina Falcinelli “Testi che parlano. Il tono di voce nei testi aziendali”, se invece ti serve aiuto, parliamone: aiutarti sarà un vero piacere.

×
Stay Informed

When you subscribe to the blog, we will send you an e-mail when there are new updates on the site so you wouldn't miss them.

Come fare fotografie Macro con il Reverse Lens.
Tecniche di Growth Hacking per il tuo business

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Domenica, 22 Maggio 2022

Immagine Captcha

Accettando accederai a un servizio fornito da una terza parte esterna a https://insightagency.info/

Resta in contatto con noi!

Vuoi restare aggiornato su tutte le ultime novità della nostra agenzia, sui nuovi servizi e su tutte le rubriche del nostro blog?

Iscriviti alla nostra newsletter!

Clienti soddisfatti

Dicono di noi

Lascio anche io la mia testimonianza riguardo il rapporto lavorativo con Insight Agency, sono ormai anni che sono cliente e sono molto molto soddisfatto soprattutto per la competenza e disponibilit...
2013-09-16
Leggi ancora
Luca Crocetti
CEO & Co-Founder / Lukkos
Ho avuto l'opportunità di conoscere la Insight Agency, quando ha iniziato a lavorare con un nostro cliente, ho così potuto apprezzare non solo il loro approccio professionale e creativo, ma sopratt...
2013-09-16
Leggi ancora
Mario Gentile
CEO & Founder / Punto Ike
Ho conosciuto la Insight Agency nel lontano 2006 e da allora ne abbiamo fatta di strada grazie alla loro professionalità, creatività, ingegnosità e soprattutto disponibilità. La cosa che più mi ha...
2013-09-16
Leggi ancora
Tommaso Marrone
CEO / CSF Centro Servizi e Formazione srl

About

La InsightAgency è un'agenzia pubblicitaria a servizio completo. Offriamo ai nostri clienti servizi di Grafica e Web Design, Marketing e Comunicazione strategica.

Realizziamo siti web, e-commerce e piattaforme fad, spot e video promozionali e applicazioni per smartphone e tablet. Offriamo inoltre servizi di digital & direct marketing, social media e content management. 

Pillole...

Seguici su